Vaccini e lo scandalo in Cina: licenziati centinaia di funzionari

    Cina, scandalo vaccini: licenziati centinaia di funzionari

    Articolo condiviso da “Il Messaggero”

    Pugno duro delle autorità di Pechino nello scandalo dei vaccini. I media cinesi hanno riferito oggi che 357 funzionari saranno licenziati o demansionati per il loro coinvolgimento nella vendita illegale di vaccini, conservati o trasportati in modo improprio, secondo quanto deciso dal Consiglio di Stato.
    L’agenzia di stampa Xinhua ricorda che già 202 persone sono state arrestate in tutto il Paese per lo scandalo risalente al 2011 e nel quale sono coinvolte anche tre società farmaceutiche.
    I vaccini erano stati venduti illegalmente, per un valore di oltre 570 milioni di yuan, poco meno di 80 milioni di euro, in venti province. Le autorità sanitarie hanno spiegato che i vaccini conservati o trasportati non secondo le regole non sono pericolosi ma possono essere meno efficaci.