Morbillo,dati e statistiche ufficiali

    R

    Morbillo: Dati e statistiche Ufficiali del governo Britannico.


    MORTI IN INGHILTERRA E GALLES


    STATISTICA E RICERCA.


    MORBILLO: RISULTATI REGIONALI 2014
    Sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia
    Rapporto n. 11 dicembre 2014 e gennaio 2015

    in Italia, su un totale di 1.674 casi di morbillo segnalati nel 2014, solo il 57,8% (pari a 967 casi) ha avuto una conferma di laboratorio (range regionale: 27,3% – 94,7%); ciò significa che il 42,2% ovvero in 707 tale conferma non si è avuta per cui il presunto morbillo probabilmente non era tale. Sempre in Italia, il maggior numero dei casi è stato segnalato da 6 regioni: Piemonte, Emilia-Romagna, Liguria, Lazio, Lombardia e Sardegna che insieme hanno segnalato circa l’80,8% dei casi totali (Piemonte 31,4%, Emilia-Romagna 12,3%, Liguria 11,8%, Lazio 10,6%, Lombardia
    8,7%, Sardegna 6,0%).
    In Italia, nel 2014, l’incidenza dei casi di morbillo è stata pari a 2,8 casi per 100.000 abitanti. L’incidenza più elevata è stata osservata in Liguria con 12,4 casi per 100.000 abitanti, seguita dal Piemonte con 11,9, dalla Sardegna e dall’Emilia-Romagna rispettivamente con 6,0 e 4,6 casi per 100.000 abitanti.

    Il rapporto è accessibile on line al seguente indirizzo:https://www.epicentro.iss.it/prob…/morbillo/bollettino.asp

     

     

    AnnoNotificheTotale Morti
    1940409.521857
    1941409.7151.145
    1942286.341458
    1943376.104773
    1944158.479243
    1945446.796729
    1946160.402204
    1947393.787644
    1948399.606327
    1949385.935307
    1950367.725221
    1951616.182317
    1952389.502141
    1953545.050242
    1954146.99545
    1955693.803174
    1956160.55628
    1957633.67894
    1958259.30849
    1959539.52498
    1960159.36431
    1961763.531152
    1962184.89539
    1963601.255127
    1964306.80173
    1965502.209115
    1966343.64280
    1967460.40799
    1968236.15451
    1969142.11136
    1970307.40842
    1971135.24128
    1972145.91629
    1973152.57833
    1974109.63620
    1975143.07216
    197655.50214
    1977173.36123
    1978124.06720
    197977.36317
    1980139.48726
    198152.97915
    198294.19513
    1983103.70016
    198462.07910
    198597.40811
    198682.05410
    198742.1586
    198886.00116
    198926.2223
    199013.3021
    19919.6801
    199210.2682
    19939.6124
    199416.3750
    19957.4471
    19965.6140
    19973.9623
    19983.7283
    19992.4383
    20002.3781
    20012.2501
    20023.2321 *
    20032.4880
    20042.3561
    20052.0890
    20063.7051
    20073.6701
    20085.0882
    20095.1911
    20102.2350
    20112.3551
    20124.2101
    2013 **6.1021

    * Noto che non sia infezione da morbillo


    ** Dati provvisori


    Fonte: Ufficio per le statistiche nazionali


    Prima del 2006, l’ultima morte per morbillo è avvenuta nel 1992.


    Nel 2006, morì per morbillo,un ragazzo di 13 anni che aveva una malattia polmonare  e stava prendendo farmaci immunosoppressori. Un’altra morte causa morbillo,è avvenuta nel 2008 in un bambino non vaccinato con immunodeficienza congenita, la cui condizione non ha richiesto il trattamento con immunoglobuline.


    Nel 2013, è stato segnalato 1 decesso per un uomo di 25 anni, dopo la polmonite acuta come complicanza del morbillo. Tutti gli altri morti per morbillo dal 1992 sopra riportati, appartengono ad un’età elevata (in individui più anziani) e si parla di morte per complicanze causate dagli effetti tardivi del morbillo.


    Dati di sorveglianza attuali


    Principali sviluppi

    Segnalazione di settembre 2013 – agosto 2014; i dati di sorveglianza del morbillo e dati epidemia a fine agosto 2014


    • Durante il recente periodo dei 12 mesi (settembre 2013 – agosto 2014), 30 paesi UE / SEE ,hanno segnalato 5 309 casi.

    • Germania, Italia e Paesi Bassi hanno riportato 3 876 casi, pari al 73% dei casi in questo periodo.

    • In dieci paesi, il tasso di morbillo notifica era meno di un caso ogni milione di abitanti nel corso degli ultimi 12 mesi. Più alti tassi ,sono quelli osservati nella Repubblica Ceca (20,8 per milione), l’Italia (34,4) e Paesi Bassi (79,8).

    • Il 57% per cento dei casi ha avuto un risultato positivo contro il morbillo (sierologia, rilevamento di virus, o di isolamento).
    • Dei 5309 casi, l’80% sono stati vaccinati, l’8% erano stati vaccinati con una dose, 4% con due dosi, 1% con un numero imprecisato di dosi e il 7% aveva uno stato vaccinale sconosciuto.

    • Nel gruppo per la vaccinazione MMR per l’ infanzia (età 1-4 anni), il 76% dei casi sono stati vaccinati, il 17% sono stati vaccinati con una dose, 3% con due dosi o più, 1% con un numero imprecisato di dosi e 3% ha avuto un stato vaccinale sconosciuto.

    • Una morte morbillo-correlata è stata riportata durante il periodo settembre 2013 – agosto 2014 e cinque casi sono stati complicati da encefalite acuta morbillo.

    Questa sezione

    Gli ultimi dati di sorveglianza
    gli ultimi dati mensili sul morbillo presentati da paesi UE / SEE al CEPCM. Il numero di casi segnalati devono essere trattati come dati preliminari.

    Relazioni di monitoraggio
    Questi dati si basano su una maggiore sorveglianza da ECDC, siti web nazionali, di allarme rapido e di reazione (SARR), convalidati i media e la comunicazione per le autorità nazionali.

    Morbillo mappe
    su base mensile Mappe di casi di morbillo segnalati, da parte dei paesi UE / SEE al CEPCM tramite il sistema europeo di sorveglianza (TESSy).

    Archivio: EUVAC.net rapporti
    rapporti di sorveglianza delle malattie prevenibili da vaccino pubblicati dalla EUVAC.Net 1999-2011.


    TUTTO QUESTO POTRA’ ESSERE CONSULTATO CLICCANDO SULLA SEGUENTE FONTE