Caso ‘Avastin-Lucentis’: Novartis paga sanzione di 92 milioni di euro

    Denuncia sanitaria

    09/07/2014



    Caso ‘Avastin-Lucentis’: Novartis paga sanzione di 92 milioni di euro


     

    novartis

    Il gruppo farmaceutico Novartis riferisce di aver pagato una sanzione di 92 milioni di euro nell’ambito del caso Lucentis/Avastin


    Il gruppo farmaceutico Novartis riferisce di aver pagato una sanzione di 92 milioni di euro nell’ambito del caso Lucentis/Avastin, ma avverte che questo “non compromette in alcun modo l’andamento della procedura di appello, ne’ la decisione finale che verra’ adottata in materia”.


    In una nota il gruppo spiega di aver effettuato il pagamento “per ottemperare alle disposizioni di legge relative alla decisione presa a marzo dall’Autorita’ italiana Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) sulle presunte pratiche anticoncorrenziali tra Novartis e Roche quanto alla commercializzazione in Italia di Lucentis di Novartis e Avastin di Roche”, ma “continua a respingere con forza le accuse relative a presunte pratiche anticoncorrenziali tra Novartis e Roche in Italia”.


    Il Tar del Lazio ha fissato la prossima udienza al 5 novembre.


    “Il pagamento non compromette in alcun modo l’andamento della procedura di appello, né la decisione finale che verrà adottata in materia”, ha sottolinea Novartis, che “continua a respingere con forza le accuse relative a presunte pratiche anticoncorrenziali tra Novartis e Roche in Italia”.


    Nel marzo scorso i due colossi dei farmaci Roche e Novartis sono stati sanzionati dall’Antitrust per un cartello che ha condizionato le vendite dei principali prodotti destinati alla cura della vista, Avastin e Lucentis, danneggiando pazienti e Sistema sanitario.


    L’Autorità garante ha deliberato che le due aziende “hanno posto in essere un’intesa restrittiva della concorrenza, contraria al diritto antitrust comunitario, nel mercato dei farmaci per la cura di gravi patologie vascolari della vista”, e sanzionato quindi i due gruppi con oltre 180 milioni di euro.


    Secondo l’autorità, i due gruppi “si sono accordati illecitamente per ostacolare la diffusione dell’uso di un farmaco molto economico, Avastin, nella cura della più diffusa patologia della vista tra gli anziani e di altre gravi malattie oculistiche, a vantaggio di un prodotto molto piu’ costoso, Lucentis, differenziando artificiosamente i due prodotti”.


     

     

    fonte dell’articolo di seguito

    http://www.informasalus.it/it/articoli/avastin-lucentis-novartis.php