Alluminio nei vaccini ,nesso di causalità stabilito

  Alluminio nei vaccini

Nesso di causalità stabilito

aluminium-element

Il Consiglio di Stato ha preso in considerazione il nesso di causalità tra l’alluminio utilizzato come adiuvante in un vaccino contro l’epatite B e la comparsa di miofascite e  macrofagica nella città di Parigi.Attualmente non esiste alcun vaccino sul mercato senza dell’alluminio.

La giustizia è lenta? Probabilmente. Ma in questo caso, i giudici erano più veloci e, forse, meno timorosi rispetto alle autorità sanitarie e politiche.

Il 21 novembre, il Consiglio di Stato ha deciso che la malattia che ha colpito l’agente, deve essere considerata come un “incidente correlato ai suoi doveri” e può “beneficiare” dello stipendio per intero fino a che l’agente non sarà in grado di riprendere il suo posto.

Nel caso specifico: L’alluminio utilizzato come coadiuvante nel vaccino che è stato iniettato due volte. Il Consiglio di Stato ha stabilito che lo stato delle conoscenze scientifiche sui sali di alluminio, e le circostanze della comparsa dei sintomi, erano sufficienti per la causalità di miofascite e  macrofagica; è stato quindi “considerato come stabilito” .

Dal 2008, data del ritiro del DTP . L’adiuvante alluminio è stato tolto.

Durante la campagna presidenziale, Marisol Touraine, ora ministro della Salute, è stata impegnata ad informare le famiglie che i vaccini fossero liberi da alluminio.